Blogging e collaborazioni con le aziende. Quanto sono cambiate le cose fino ad oggi?


Il tempo è grigio e non avendo uno shotbox oggi non potrò scattare le foto per le recensioni che avrei voluto pubblicare. Non mi resta che rimandare gli scatti al weekend, sperando che mi concederà giornate più luminose. 😦

Per quest’appuntamento del venerdì, quindi, ho pensato ad un argomento che potesse interessare una buona parte di voi: le collaborazioni.

Cruccio e amore di ogni blogger, le collaborazioni sono spesso il carburante che fa nascere i più varii articoli, dai blog più famosi ai più piccoli.

Quali tipi di collaborazioni esistono?

Le possibilità sono diverse, può capitare di avere contatti diretti con un’azienda, magari dopo esserci presentati via mail ed aver espresso il nostro interesse verso i loro prodotti, oppure tramite dei pr che contattano per conto di determinate ditte o grazie all’iscrizione ad un network di Digital Influencer che ci seleziona a seguito della nostra iscrizione sulla loro piattaforma.

Come funzionano le collaborazioni?

Si tratta semplicemente di fare pubblicità. Quindi accadrà, a seconda del tipo di collaborazione, che si riceva previ accordi un campione a titolo gratuito, o un coupon che ci permette uno sconto totale o parziale per l’acquisto di un articolo o la remunerazione di buoni oppure contante, tutti in cambio di condivisioni e recensioni.

Come si suol dire però, non è tutto oro quello che luccica, ed in pratica non è facile trovare collaborazioni.

Agli albori del mio blogging (più o meno quattro anni fa) sono stata una di quelle rompiballe che tartassavano le aziende di mail, ho abbandonato totalmente quest’abitudine e mi rendo conto di quanto questo atteggiamento possa esser sembrato fastidioso. Ma questo mondo è tutto da scoprire e quelle regole che ad oggi ci sembrano ovvie sono derivate da tentativi, così funziona e così no. Inoltre la solidarietà, quando si parla di collaborazioni, tra le blogger è cosa assai rara, motivo che mi spinse a creare la pagina For Blogger in cui condivido col resto dei miei lettori e amici le aziende che ho scoperto sono alla ricerca di blogger, i network di Digital Influencer che conosco e le mie collaborazioni.

Non vi nascondo che ormai, dovendomi ritagliare un tempo risicato per il blog preferisco recensire quei pochi prodotti che mi compro da me, e collaboro quasi esclusivamente (fatta eccezione per quelle rare, rarissime volte che capita qualche azienda mi contatti) tramite i network come Buzzoole, con cui è possibile a seconda delle collaborazioni ricevere crediti per buoni Amazon o prodotti da testare, UpStory, che fino ad oggi mi ha invitata per campagne di condivisione tramite i miei social e paga cash con versamenti su paypall o conto, e saltuariamente Lovby, ma per quest’ultimo ci vuole una pazienza infinita, io con loro ho convertito un solo buono Feltrinelli da 10€ e forse con i prossimi punti raccolti richiederò la caffettiera di Batman. 😛

Detto ciò lascerei la parola a voi. Nonostante la mia esperienza nel capo sia piccina, ed il mio blog non abbia influenza nel mondo del beauty, se avete domande, dubbi o questioni in merito le collaborazioni dei blog potremmo parlarne qui sotto nei commenti e magari aiutarci a vicenda.

Per oggi il nostro break termina qui. :*
Un abbraccio,
xoxoxo
Dominella.

followme

INSTAGRAM|TWITTER|FACEBOOK
Annunci

33 thoughts on “Blogging e collaborazioni con le aziende. Quanto sono cambiate le cose fino ad oggi?

  1. bacio sul naso

    Grazie, grazie infinite per questo post. Interessante ed utile ❤ Io cerco di vivere l'esperienza del blog come un hobby, perché lo vedo come un piccolo universo di mia appartenenza da curare, ma non si sa mai che ne esca fuori qualcosa. Utilissimo anche "For bloggers", darò meglio un'occhiata. Grazie ❤

  2. ClaudiaVampireFlower

    Prima prestavo più attenzione alle possibilità di collaborazione, ora ho notato movimenti abbastanza discutibili e preferisco recensire quello che acquisto da sola. Quando vedi qualche e-commerce regalare prodotti a blogger incapaci di esprimersi in un italiano quantomeno basilare (ma con numerosi followers) ti cascano un po’ le braccia :/ ! Penso che ormai la pubblicità personale non ricerchi più la credibilità di chi si sceglie come trampolino di lancio ed è abbastanza triste. Anyway, come sempre trovo molto interessanti i tuoi articoli ❤ un abbraccio!

    • dominella86

      E’ vero! E condivido con te la tristezza del guardarsi intorno e vedere quanta poca attenzione e passione ci sia dietro ai numeroni. Io spero davvero di non rovinarlo l’ambiente che ho creato qui nel blog, con qualche post pubblicitario, cerco sempre di far attenzione, di essere obbiettiva e dalla difficoltà dell’articolo mi esercito nella scrittura. Mi piace molto il tuo blog, sei molto precisa nei tuoi post 🙂

    • Please Another Make up by lellaj1005

      Claudia… scusa se mi intrometto. .. ma credo che di ragazze che si diano da fare x accalappiarsi il mondo ce ne siano… discutibili o meno più o meno brave di noi… purtroppo o per fortuna vengono premiate x la costanza con cui coinvolgono un certo numero di persone non perché capaci di altro. E l’azienda guarda l’interazione ^.*

      • ClaudiaVampireFlower

        Ciao ragazza 😀 ! Sono perfettamente d’accordo con quanto dici, però il mio discorso era meno generale… seguo (perché mi segue) una ragazza che offre contenuti poco curati: linguaggio che non è mai migliorato, informazioni a metà (senza il minimo studio dietro) e sempre le stesse tematiche. In questo ha avuto costanza xD ! Anche io magari potrò non piacere a molte/i ma coinvolgo meglio le persone e il mio blog è più curato. Vedermi passare davanti persone che si impegnano un decimo di me solo perché hanno un seguito maggiore fa riflettere. Penso a chi le premia e mi chiedo fino a che punto conviene farsi notare tramite persone che non danno il massimo! Sogno un mondo in cui le aziende guarderanno l’interazione… e la bravura 😛 (non che io mi ritenga brava eh, ma premiare random secondo me non è la via giusta)

      • Please Another Make up by lellaj1005

        Ma guarda claudia tu hai tutte le ragioni di questa terra… ma potrei farti infiniti esempi di blog e social che vanno di brutto solo x impegno like… poi vorrei dire… su instagram non ci vuole mica nulla a mettere un like senza nemmeno guardare la foto! Donc la pubblicità la vorrei anche capire.. fino a che punto possa essere valida pubblicità. .. scusa domi se ti ho rotto anche sta volta ^.*

      • dominella86

        Figurati! Scusate che dovete aspettare l’approvazione per i commenti, ma preferisco tenerli moderati, non per voi ovviamente 🙂 Vi confesso che molte scelte da parte di aziende anche per me restano un mistero :/

      • Please Another Make up by lellaj1005

        Hai decisamente centrato l’argomento. Io punto a evitare di spendere soldi inutilmente. Ma non bisogna farsi ingannare dalle dive o guru xche sono gutte pagate o collaborano. Mi fido più di pinco pallino… x questo seguo i blog e leggo l’articklo nella sua integrità ^.*

  3. justalittleunicorn

    Post utilissimo, grazie davvero per aver condiviso i trucchetti del mestiere! Per ora il mio blog è più un blog che considero “personale” ma confesso che mi piacerebbe avere l’opportunità di provare qualcosa grazie a qualche collaborazione 🙂

    • dominella86

      I blog personali sono quelli che secondo me danno di più ad un lettore e di sicuro questo non ti nega di pensare a qualche collaborazione, basta che sia un parere come sempre sincero e non denaturi il tuo bel “Favourite Things Ever!” 🙂

  4. elenalifeandstuff

    Ciao!! Articolo davvero molto interessante, grazie mille! Non ho ancora approcciato con questi network, come ti trovi e come funzionano esattamente Buzzoole e UpStory? 🙂 Grazie mille in anticipo per le tue opinioni 🙂

    • dominella86

      Io con loro mi trovo molto bene, sono network semplici, propongono campagne da condividere.Ci si iscrive, si collegano i social ed il blog, e a seconda dell’attività dei tuoi social(di solito Facebook e Twitter se sono abbastanza attivi ti aiutano ad ottenere richieste a più campagne ) vieni invitato a partecipare, che sia parlare di un negozio di bricolage o provare i nuovi prodotti di un erboristeria, se la campagna ti piace l’accetti ed a fine campagna ricevi dei punti, una volta raccolti un tot di crediti a seconda del network li puoi cambiare in buoni o cash 🙂

  5. Romy_mc

    Io scrivo direttamente alle aziende italiane soprattutto quelle che hanno prodotti bio, mi inviano i campioni, io li testo e recensisco. Molte in effetti non rispondono alle mail ma lo capisco, ormai siamo in troppe a fare le blogger!

      • Romy_mc

        Si certo, in effetti così si ha sempre lo stimolo a fare di più e cercare nuove idee! Il mio poi è un total blog, dove tratto vari argomenti, quindi già per questo un po’ mi distinguo! 😊

  6. Please Another Make up by lellaj1005

    Qualche volta ho contattato qualche azienda ma non sono molte a rispondere poi ci sono le suprr attive in instagram e Facebook che mi spiazzano… donc mi ritrovo a fare qualche collaborazione con aziende conosciute personalmente in fiere o eventi. I tuoi network sembrano interessanti chissà se riuscirò ad avrre mai il tempo x iscrivermi? Grazie della condivisione cara

  7. Ele

    Ciao! Davvero un post interessante e ricco di spunti. Io personalmente ho scelto di ccollaborare e richiedere collaborazioni solo alle aziende a cui sono davvero interessata, e che smerciano prodotti di cui parlo spesso nel blog.
    Mi danno fastidio però gli eccessi, sia dalla parte di alcune blogger che dalla parte di alcune aziende. Mi spiego: non mi piacciono quelle blogger che, pur di ricevere qualche prodottino gratuitamente, si discostano troppo dai temi di cui parlano di solito (ad esempio, blog di unghie che si ritrovano a parlare di elettrodomestici 😂). Il discorso non vale ovviamente per chi ha un blog dove parla un po’ di tutto 😜
    Allo stesso modo non mi piacciono quelle aziende che scelgono le blogger con cui collaborare solo in base al numero dei followers (che, per inciso, si possono anche comprare) e non alla qualità effettiva dei post. Capisco il bisogno di pubblicità, ma non credo che la foto fuori fuoco di un prodotto e/o una descrizione parziale e incompleta possano essere compensate da tanti followers.
    Mi danno fastidio anche le aziende che non rispondono alle email (se non c’è interesse a collaborare, non ci vuole molto a rispondere “no grazie”), ma questo è tutto un altro discorso 😜

Commenta qui :D

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...