Blogger Tag – Espressioni dialettali


Eccomi finalmente a smaltire qualche tag! 😀

LERECENSIONIDIFEDE mi ha nominata ed io partecipo!

Le regole di questo Tag-Espressioni dialettali sono:

  • Citare l’ideatore del tag (Bloodyivy) e da chi siete stati nominati (fatto ↑)
  • Raccontare delle vostre 4 espressioni dialettali più usate o preferite
  • Nominare blogger amici (minimo non stabilito) & Avvertirli.

Io sono calabrese di origini, vissuta in modo altalenante tra Calabria e Toscana, con sporadiche tappe negli anni a Torino. Potrete adesso capire il motivo per cui mi definisco un anima gitana nella mia descrizione in alto nella barra laterale. 🙂

Come capita spesso a persone che vengono sbalzate a destra e a manca ho generato dentro di me un bisogno di ricercare le mie origini e dopo una ventina d’anni di italiano grammaticalmente corretto ho iniziato a parlare anche il mio dialetto, lo ammetto.. quando ci provo faccio ridere i polli e nonostante pronunci ancora “piacciono” con una sola c, l’importante è crederci e provarci!! Questo tag sembra fatto per me, le citazioni che vedrete riportate qui sotto sono frasi che era solita ripetermi la mia nonnina e che io insisto a perpetrare, così che un po di lei continui a esistere attraverso me ed a farmi anche sentire “calabrisella” dentro.

  1. Il lupo di mala coscienza come la fa la pensa.
    Se avessi un conta frasi a portata di mano, questa vincerebbe. La ripeto spesso e volentieri, ma in molti non ne afferrano subito il concetto. Vuole dire che una persona scorretta e che tende ad ingannar spesso gli altri, tenderà sempre a pensar che siano tutti altrettanto maligni e di cattivi propositi.
  2. A troppa cunfirenza è padrona ra malacreanza.
    Mia nonna me lo ripeteva sempre se eravamo con persone sconosciute e voleva farmi star buona. E’ un detto che sta a significare che la confidenza inopportuna è parente della scostumatezza.
  3. U lupu cangia u pilu e no u vizziu.
    Cosi diceva lei e così lo pronuncio anche io, anche se in molti siti e libri lo trovo scritto diversamente. Luogo comune conosciuto in tutta Italia credo, che il lupo cambia il pelo ma non il vizio.
  4. Cu pria nun pensa all’urtimu suspira.
    Ah! Quante volte me lo ha ripetuto la nonnina. Bisogna sempre pensar prima alle conseguenze delle proprie azioni, perchè chi agisce frettolosamente si trova spesso a pentirsene.

Adesso sarei curiosa di conoscerne altri detti, quindi taggo te che stai leggendo! Si proprio tu! Che se metto qualche nome soltanto magari ti sentirai esente dal tag. 😀
Se partecipi, mi raccomando, lasciami il link nei commenti che passo a leggerti!

P.S. Nella foto di copertina potete ammirare la fonte delle mie frasi in questo tag, la mia nonna, ovviamente in uno scatto insieme a me.

Un abbraccio
xoxoxo
Dominella.

 

 

 

Annunci

11 risposte a "Blogger Tag – Espressioni dialettali"

  1. lerecensionidifede

    Bellissima foto, bellissimi detti e sicuramente anche bellissimi ricordi !! 🙂
    Amo sentire i dialetti di altre regioni.. alcuni sono propio divertenti 🙂
    Un bacio cara ❤

  2. biocometiamo

    Ma che carina la foto! :’)

    Sono sempre interessanti le espressioni dialettali. Anch’io devo rispondere al tag e mi sto arrovellando il cervello su quali scegliere. Trascriverle mi pare quasi un’impresa impossibile, hahah. Certi suoni, per rendere al meglio, andrebbero ascoltati più che letti.

Commenta qui :D

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...