Shampo e capelli – Cosa significa “no poo”??


Buongiorno,
avete sentito parlare del Metodo “No POO“??

Un termine che mi ha incuriosita molto, ed ho fatto delle ricerche: “no poo”  è un termine americano usato per descrivere l’atto di non usare shampoo commerciali per lavare i capelli.

Nonostante le recenti critiche nei media, il metodo “no poo” è ancora una scelta popolare tra coloro che desiderano ridurre la quantità di prodotti chimici che introduciamo nel corpo e nell’ambiente.

Ovviamente non siamo tutti uguali e questo può non essere una soluzione universale. Esistono diversi di modi per lavare i capelli senza usare shampoo dannosi. Si possono fare ricerche ed esperimenti per trovare il metodo più adatto al proprio tipo di capelli.

Vi starete chiedendo, perché dovrei smettere di usare il mio solito shampoo? La maggior parte degli Shampoo in commercio contengono ingredienti nocivi … decisamente troppi! Ecco solo alcuni esempi dei cattivi ingredienti più comuni:

  • Sodium Lauryl Sulfate: Un noto ingrediente cancerogeno che si trova nella maggior parte degli shampoo commerciali.
  • Polysorbate: Un emulsionante, questo ingrediente può creare contrasto con il pH del cuoio capelluto e spesso lascia  residui.
  • Glicole propilenico: Un altro ingrediente cancerogeno che si trova in molti shampoo.

Altri includono fragranze artificiali, proteine di soia idrolizzate e altro ancora.

Il nostro corpo produce degli oli naturali per una buona ragione. L’olio prodotto dal cuoio capelluto è chiamato sebo, ed è responsabile della morbidezza ed elasticità di capelli e pelle. Cecare di eliminarlo in modo drastico con prodotti chimici,corrosivi  e con lavaggi frequenti può essere dannoso e causare un deficit di over-producing di oli nel tentativo di compensare.

okokokSelected

Quali sono le alternative?

  1. Un’alternativa tradizionale al comune shampoo  è il bar shampoo. Una tavoletta di shampoo simile a un pezzo di sapone appositamente formulato per lavare i capelli. Proprio come lo shampoo tradizionale, non tutte le tavolette sono uguali, ogni ingrediente risponde ad una specifica esigenza, quindi bisognerà scegliere bene.
  2. Non vi piace nessuno dei bio shampoo in commercio?  Potete provare a fare il vostro shampoo in casa??!  Ci sono un sacco di ricette fai da te sul web.
  3. Il bicarbonato di sodio riduce il grasso e può essere molto efficace nel mantenere i capelli puliti. Si tratta di un metodo popolare tra coloro che hanno deciso di abbandonare lo shampoo.
    Ci sono diversi modi per lavare i capelli col bicarbonato, il modo più semplice è quello di sciogliere il bicarbonato di sodio in un bicchiere con poca acqua e applicarlo al cuoio capelluto, quindi risciacquare abbondantemente. N.B. Il bicarbonato di sodio può essere difficile da risciaquare.
  4. Un’altra opzione è lo shampoo secco , anche se probabilmente ci vuole un po ‘più di tempo per abituarcisi, rispetto ad altri metodi.
    La cosa positiva degli shampoo a secco è che non si devono bagnare i capelli, il che è positivo quando l’acqua delle tubature è dura, poiché tende a seccare i capelli.

Adesso cosa ne pensate?

Io onestamente ho iniziato a controllare gli inci dei prodotti che acquisto, evitando quelli più dannosi ed orientandomi verso quelli più bio ma non credo che ad oggi riuscirei a fare a meno dello shampo. 😦

Un abbraccio,
xoxoxo
Dominella

followmeBuzzooleINSTAGRAM|TWITTER|FACEBOOK

 

Annunci

One thought on “Shampo e capelli – Cosa significa “no poo”??

Commenta qui :D

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...